Le cose che non sapete sui gatti

In un altro articolo abbiamo visto alcune curiosità sui cani

Il gatto, che animale affascinate e misterioso! C’è chi li ama e chi li odia, non esistono mezze misure con loro. D’altronde a primo impatto sembrano schivi e altezzosi, direi pure diffidenti: sì, non si fidano troppo di noi umani – voi lo fate? – sopratutto di quegli umani che ancora non conoscono bene. Si aprono e mostrano il loro cuore invece solo con chi si rivela degno del loro amore. Conquistare un gatto è una sfida… Ma voi, siete così sicuri di conoscerli bene invece?

Il gatto che padrone (o meglio compagno di vita umano) predilige? Persone pazienti, che riconoscono la sua individualità e che hanno voglia di capire il suo linguaggio, tutt’altro che semplice da interpretare. Sono perfette le persone calme, affettuose e riflessive, perché i felini amano le coccole e odiano i rumori forti, i cambiamenti repentini e la solitudine
Tendenzialmente un gatto sembra timido e quando un gatto si avvicina, è un buon risultato: è un momento davvero speciale. Se riesci a farli fidare di te è un risultato da non dare per scontato. Ovviamente alcuni gatti sono più socievoli ed estroversi di altri, ogni gatto ha infatti un proprio carattere unico e particolare, proprio come noi umani, ma la riservatezza è tendenzialmente nel loro DNA.
Avete notato che i gattini appena nati hanno gli occhi azzurri? Il loro colore cambia e diventa definitivo solo dopo alcuni mesi
I gatti di tre colori sono femmine
I gatti dal pelo maculato arancione, bianco e nero, chiamati calicut o tartaruga, sono sempre femmine per cause genetiche. È infatti il cromosoma X a essere portatore delle informazioni per la sintesi dei due colori e, affinché questa caratteristica compaia nel pelo, bisogna che sia presente su entrambi i cromosomi (serve quindi la combinazione XX, che identifica il sesso femminile). Dunque solo un’anomalia cromosomica può portare un gatto maschio ad avere tre o più colori sul pelo, il che è molto raro, e purtroppo comporta sterilità per il micio.
I gatti amano l’erba gatta(scusate il giro di parole)
.Quando la vedono i gatti ne restano come stregati: ne annusano il fusto o le foglie, vi si strusciano o vi ci si rotolano, la leccano e la masticano, e magari le fanno anche le fusa (con nostra somma gelosia!). Tant’è che questa pianta, la Nepeta cataria, è ormai conosciuta comunemente come erba gatta. Ma perché piace così tanto ai gatti? Il merito è della sostanza contenuta nelle sue foglie, il Nepatalactone, che ha un effetto quasi allucinogeno su di loro che iniziano a manifestare segni di eccitazione e grande piacere.
I gatti non vedono bene da vicino
Oltre a non avere una percezione dei colori chiara come quella umana (riescono a percepire solo blu e verde), i gatti hanno una vista che tende a divenire offuscata al di sotto dei 15 centimetri.

La natura ha sacrificato la visione ravvicinata dei particolari e una “chiara” visione dei colori, a favore invece di una buona visione notturna, 6-8 volte migliore di quella umana, permettendogli di distinguere le scale di grigi e di muoversi senza problemi durante il crepuscolo,Inoltre, da buon predatore, il gatto può però vantare un udito eccezionale, superiore di 1,5 volte a quello del cane e 4,5 volte in più rispetto all’uomo
Continua alla prossima pagina

Lascia un commento

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.