Guardare il mondo con gli occhi di un bambino

“Se potessi, tornerei indietro nel tempo, a quando ero bambino e tutto era bello.” Un pensiero come questo può nascere spontaneamente in noi adulti nei momenti di stanchezza o difficoltà, in cui responsabilità e preoccupazioni sembrano davvero troppe. Osserviamo i nostri bimbi che giocano sereni e ci lasciamo cogliere da un po’ di invidia e nostalgia per la loro felice spensieratezza.

Osserva un bambino che raccoglie conchiglie sulla spiaggia: è più felice dell’uomo più ricco del mondo. Qual è il suo segreto? Quel segreto è anche il mio. Il bambino vive nel momento presente, si gode il sole, l’aria salmastra della spiaggia, la meravigliosa distesa di sabbia. È qui e ora. Non pensa al passato, non pensa al futuro. E qualsiasi cosa fa, la fa con totalità, intensamente; ne è così assorbito da scordare ogni altra cosa

 

Le grandi domande sono quelle che pone un bambino intelligente e che, non ottenendo risposta, smette di chiedere.
(George Wald)

Tutti i grandi sono stati bambini una volta. Ma pochi di essi se ne ricordano

Spesso, tra bambini e genitori, si invertono le parti. I bambini, che sono degli osservatori finissimi, hanno pietà dei loro genitori e li assecondano per procurare loro una gioia (Maria Montessori)

I bambini ridono in media 400 volte al giorno, gli adulti 15.

 

 

Lascia un commento

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.